56enne colpito alla testa muore nel termovalorizzatore di Parona (Pv)

La vittima, Gianvittorio Carlin di Sannazzaro de’ Burgondi (Pavia) , ha perso la vita nel primo pomeriggio di ieri 25 ottobre presso il termovalorizzatore di Parona centro industriale alle porte di Vigevano. Era dipendente di un’azienda esterna, la Simic Spa di Camerana (Cuneo), specializzata nella progettazione e manutenzione di impianti industriali, con uno stabilimento anche a Marghera (Venezia). La vittima stava sostituendo una tubazione di circa 16 centimetri di diametro che si è staccato  e lo ha colpito alla testa. Il trauma cranico gli è stato fatale. Sono intervenuti sul posto dell’incidente i tecnici del servizio di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro dell’Ats, i vigili del fuoco ed i carabinieri che stanno lavorando alla ricostruzione della dinamica dell’infortunio. Il decesso è stato immediato, vano l’intervento dei soccorsi, che avevano fatto intervenire anche un elicottero per il trasporto d’urgenza,  Nessun commento dalla direzione dell’impianto tecnologico. Il sindaco di Parona, Marco Lorena, assicura che “per la sicurezza degli operai, la struttura ha sempre fatto il massimo. Purtroppo, non è mai troppa».

Be the first to comment on "56enne colpito alla testa muore nel termovalorizzatore di Parona (Pv)"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*