Falsi attestati in un cantiere a Ravenna: nelle giornate di formazione i lavoratori erano all’estero

ispettore-lavoro

Falsi attestati di formazione: denunciato il RSPP aziendale.

E’ quanto accertato dagli ispettori dell’Ispettorato del Lavoro di Ravenna nell’ambito di un controllo all’interno di alcuni cantieri edili del territorio.

Per il caso specifico, il docente-formatore nonché R.S.P.P. (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione) era privo dei requisiti previsti per legge attestando attività formative svolte in giorni in cui i lavoratori non erano in Italia.
Gli accertamenti sono scattati per un cantiere interessato alle agevolazioni del “Superbonus 110” dove i lavori erano stati affidati ad una impresa estera. Nel corso dell’ispezione sono stati rinvenuti attestati che certificavano l’espletamento di formazione effettuata in giorni in cui i lavoratori interessati si trovavano all’estero. Inoltre è stato anche accertato che il responsabile delle attività formative  non era abilitato a erogare i corsi, così come non aveva gli aggiornamenti per esercitare la funzione di “Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione” (Rspp), pur firmandosi come tale negli attestati verificati.

Per questo motivo l’organo di vigilanza ha proceduto a denunciare all’Autorità Giudiziaria  per la produzione di falsa documentazione circa gli adempimenti in materia di sicurezza sul lavoro.

★★★★★ Redazione  Notiziario Sicurezza

 

Loading

Print Friendly, PDF & Email