E’ nato il Coordinamento Permanente per la salute e sicurezza sul lavoro.

Infortunio sul lavoro

E’ nato il Coordinamento Permanente per la salute e sicurezza sul lavoro. Io ho aderito, non ha nessun connotazione politica, ma serve rilanciare il lavoro “SICURO” in tutti gli aspetti, l’adesione comporta solo la vicinanza e sensibilità al mondo del lavoro e alle sue problematiche. Carlo Soricelli curatore dell’Osservatorio Nazionale di Bologna morti sul lavoro, tanti lavoratori e lavoratrici hanno già aderito

Per un Comitato Permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro. Garantire la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro dovrebbe essere una priorità di ognuno. Purtroppo così non è.
Da troppo tempo assistiamo a una crescente carenza anche delle più elementari norme che possano garantire a lavoratrici e lavoratori di non infortunarsi, ammalarsi, morire mentre lavorano. Nonostante notizie ufficiali narrano di un calo, quest’anno assistiamo a una notevole crescita dei morti per infortunio nei luoghi di lavoro, tanto che il 2022 si configura come l’anno peggiore degli ultimi 15 anni. L’apparente incongruenza è, probabilmente, riconducibile ai dati che vengono trattati. Se, per esempio, INAIL conteggia solo gli infortuni denunciati relativi ai propri assicurati, l’Osservatorio Nazionale di Bologna morti sul lavoro (cadutisullavoro.blogspot.com) tiene conto di tutti gli infortuni mortali, anche di chi non è assicurato INAIL. Per questo riteniamo che i dati diffusi dall’Osservatorio forniscano uno scenario più realistico di quanto accade. La realtà è che la mancanza di salute e sicurezza sul lavoro non è un’emergenza ma un problema strutturale del modello di sviluppo odierno al quale non ci si può rassegnare. Noi riteniamo che garantire la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro sia una questione assolutamente prioritaria che si deve affrontare e risolvere in maniera decisa. Siamo convinti che non basti aumentare il numero degli ispettori o agire solo sulla formazione. Fare questo è certamente necessario ma non sufficiente. È nostra convinzione che si debba agire per cancellare la piaga della precarietà, garantire la rappresentanza a tutti i lavoratori, diminuire il tempo di lavoro, ottenere retribuzioni che permettano di vivere serenamente, cambiare radicalmente le leggi che regolano appalti e subappalti, istituire il reato di “omicidio sul lavoro”. Siamo altrettanto convinti che sia necessario che lo Stato investa il necessario nella ricerca e in quella innovazione tecnologica che devono assicurare a chi lavora di farlo in condizioni di massima sicurezza e in ambienti salubri. In assenza di una risposta istituzionale è necessario agire come cittadini coscienti, certi che la soluzione debba essere ricercata da chi il problema lo vive ogni giorno sulla propria pelle. Per questo intendiamo costituire un “Comitato permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro”, aperto a “chi ci sta”, che promuova una mobilitazione unitaria che inizi con una raccolta di firme per richiedere l’inserimento del reato di Omicidio sul Lavoro nel Codice Penale.
Questo è il primo passo di un progetto complessivo che si ripropone di cambiare le condizioni di lavoro che chi lavora è costretto a subire e che sono chiaramente insufficienti. Gennaio 2023 Per adesioni inviare una mail a: persalutesicurezzasullavoro@gmail.com OPPURE COMPILARE IL MODULO SU QUESTO SITO PRIMI FIRMATARI: Lino Canta (lavoratore TFA ex-Firema – Caserta), Carmelo Leuzzo (lavoratore Iveco – Brescia), Daniele De Marco (lavoratore Electrolux – Pordenone), Alessandro Belardinelli (lavoratore Whirpool – direttivo FIOM – Fabriano), Luca Pasini (O.S.S. – Bologna), Amel Sehili (Dottoressa in psicologia – Bologna), Luca De Rosa (lavoratore SADAS – Napoli), Teresa La Neve (figlia di Angelo, lavoratore Marlane deceduto per tumore – Roma), Edvige Xompero (ex O.S.S. RSA – Vicenza), Roberto Di Martino (medico psichiatra ASL – Caserta), Paola Melchiori (docente scuola media superiore – Padova), Daniele Mazzasette (agricoltore), Carlo Soricelli Iadanza (artista – curatore dell’Osservatorio Nazionale morti sul lavoro – Bologna), Pierpaolo Capovilla (cantautore, musicista, attore – Venezia), Mauro Alboresi (segr. nazionale PCI), Aldo De Biase (pres. ANMIL – Caserta), Mario Mazzocchi (pres. Associazione di Promozione Sociale Nessuno Resti Indietro – Bologna), Tommaso Pascarella (dipendente FedEx ex-TNT – segr. generale FILT-CGIL prov. Caserta), Renzo Pietribiasi (coord. Nazionale USB pensionati e sociale – Vicenza), Dino Canta (esecutivo nazionale Fim Cisl), Silvano Chierotti (sindacalista – Genova), Piero “Osvaldo” Bossi (Associazione Concetto Marchesi – Gallarate), Danilo Della Valle (analista politico), Giovanni Coviello (direttore vipiu.it – Vicenza), Angelo Vitale (corrispondente campano del giornale L’Identità),
ADESIONI: Guido Comazio – (Impiegato, RSA Fisac Cgil Unicredit), Fabrizio Pedone – (Impiegato settore Turismo Filcams C.G.I.L), Marilena Raponi – (Roma – Casalinga), Gaetano Cirone (Impiegato), Dario Marini – (Segretario Regionale PCI Veneto), Mauro De Felice – (Operatore Grigliata presso America Graffiti Responsabile dipartimento lavoro Fgci), Anis Konduri – (Lavoratore, Firenze – laurea in Giurisprudenza), Luigi D’Apoli – (docente formatore per la salute e sicurezza), Marcello Ernoni – (un RLSSA industria ceramica Civita Castellana Viterbo), Giovanni Cartolano – (operaio comune di Fucecchio, FP-CGIL e componente della RSU), Chiara Baldacci – (laureata operatrice in un call center La Spezia), Silvia Pintus – (libera professione, La Spezia), Matteo Bellegoni – (Impiegato commerciale, Segretario regionale PCI Liguria), Alessandro Vittadello – (Partita IVA individuale Padova), Sandro Scardigli – (Empoli), Dott. Damiano Guerra – (consulente aziendale in materia Verbania, Novara, Vercelli, Biella, Varese), Giorgio Langella (resp. dip. Lavoro PCI – Vicenza), Luciana Endrigo – (pensionata – Cordenons Pordenone), Patrizia Pusiol – (impiegata – Cordenons Pordenone), Daniele De Piero – (rappresentante – Cordenons Pordenone), Maria Carla Baroni – (resp. nazionale Salute e sanità PCI), Valerio Beccegato – (PCI Padova), Elisa De Felice – (educatrice in un centro per minori della Fondazione Caritas Firenze), Grazia Boldrini – (casalinga), Fabio Cesarei Luca Marangoni – (operaio Treviso), Liliana Frascati – (PCI Padova), Marialuisa Ballarini – (pensionata Verona), Patrizia Foglia – (ex insegnante Liceo Gallarate), Fabio Bernasconi – (operatore farmaceutica Milano), Luciano Pomona – (Comitato Regionale PCI Emilia Romagna), Paolo Viglianti – Nicola Ratano – Walter Tucci – (giurista costituzionalista) Michele Tripodi – (Sindaco di Polistena) Umberto Vigna – (pensionato – Direttivo SPI CGIL Verona Est) Marco Dezaiacomo – (architetto – Bologna) Gianni Scapellato – (Ex Direttore di Aeroporto a Malpensa e Rimini, Ex Docente Logistica Trasporto Aereo, Docente Trasporto Aereo in SUPSI Lugano Giovanni Lippolis – (pensionato TFA ex Firema Trasporti – CE) Giovanni Sciorio – Mirco Zuppiroli – (Imprenditore) Teresa Casaletti – (Lavoratrice in nero) Roberto Vecchione – (Avellino) Maura Iannaccone – (Avellino) Francesco Fusco – (docente precario scuola superiore in Mestre) Mirco Longato – (operaio, Quarto d’Altino – VE) Crescenzo Perillo – (delegato Fiom TFA ex firema di Mugnano Napoli) Umberto Ciarone – (lavoratore TFA ex firema di Capua -CE) Crescenzo Perillo – (delegato Fiom TFA ex firema di Mugnano – Napoli) Mimmo Pascarella – (dip. Lavoro PCI – Caserta) Gennaro Iovino – (marittimo – Caserta) Lisa Balisciano – (Impiegata Comunale Segretaria Federazione PCI Pisa) Arianna Brunori – (studentessa Liceale) Susanna Rovai – (consigliere comunale a Cerreto Guidi per PCI, casalinga) Nuccio Marotta – (Architetto Certaldo – FI) Corso Sottili – (Artigiano) Daniele Gasperi – (PCI Federazione Grosseto) Annamaria Zisa – (docente scuola primaria) Erica Raffaelli – (operaia presso Dolce e Gabbana Iscritta alla CGIL) Roberto Fusco – (Docente precario) Giuseppe Scavo – (studente, Empoli) Perla Giagnoni – (pedagogista, SPI-CGIL) Ivana Pappano – (Assistente Amministrativo scuola superiore di secondo grado Veneto) Spinelli Vladimiro – (Cerreto Guidi Operaio-magazziniere – Filctem-Cgil) Patrizio Andreoli – (Segreteria Nazionale PCI) Marco Pompeo – (Pensionato) Massimo Mezzenzana – (Certaldo ATA scuola) Maurizio Farina – (barista di Marcianise – CE) Biagio Punziano – (Lavoratore TFA ex firema – direttivo Fiom – Bacoli NA) Maurizio Biena – (operatore servizi fiduciari – Brescia) Mauro Covili – (Educatore professionale Ausl Bo) Luca Angelo Rodilosso – (funzionario sindacale Uiltucs – Rlst – Cantautore “Santorosso”) Giuseppe Davì – (Comitato Federale Pci Bologna – Comitato Regionale Pci Emilia-Romagna) Luca Bosio – (Delegato fpcgil Polizia penitenziaria Membro del direttivo FPCGIL di Treviso) Giuseppe Pitarresi – (pensionato, direttivo ANPI Varese, Segretario della Federazione provinciale PCI di Varese) Roberto Carrera – (pizzaiolo) Dott. Giovanni Puggioni – (PCI – federazione Forlì-Cesena) Donato Ianaro – (USB pensionati Veneto) Enzo Pescatori – Paolo Zara – (pensionato Lamporecchio PT) Stefano Friani – (Impiegato – Cecina LI) Giorgetta Petri – (pensionata – Lamporecchio PT) Sabrina Ciaffarata’ – (impiegata – Grosseto GR) Romani Frullini – (pensionato – Lamporecchio PT) Antonio Canta – (lavoratore Ministero dell’Interno – Isernia) Maria Rosaria Canta – (lavoratrice Softlab – Garzano Caserta), Maria Giuseppina De Luca – figlia di un perseguitato politico antifascista – CE) Luciano Affò – (insegnante scuola primaria), Roberto Comandè – (PCI Veneto – Treviso), Alessandra D’Amico –(FGCI Puglia), Lorenzo Bianzani – (operaio-responsabile magazzino), Marcello Ernoni – (operaio ceramista RSU/RLSSA – Civita Castellana VT), Roberto Latini – (custode, iscritto CGIL), Federico Drago – (Responsabile di progetto nella comunicazione digitale), Antonio De Caro – (Disoccupato), Sandro Martelli Sergio Staderini – (Pensionato), Francesco E. Barbara Chierici – (impiegata – Firenze), Cresti Carlo (Pensionato), Pierangelo De Felice – (Infermiere Asl Toscana Centro), Vincenzo Scavo – (Medico), Gennaro Iovino – (Pensionato, ex-marittimo), Lorenzo Bianzani – (Leno – BS Operaio-responsabile magazzino), Claudia Terranova – (Brescia – Operaia Metalmeccanica), Damiano Guerra – (Ornavasso – VB Consulente Sicurezza), Claudio – (Leno – BS Inoccupato), Marta – (Leno – BS Inoccupata).
 
 

Print Friendly, PDF & Email

Be the first to comment on "E’ nato il Coordinamento Permanente per la salute e sicurezza sul lavoro."

Leave a comment